Quanto costa pubblicare un libro su Amazon - Libroza
4800
post-template-default,single,single-post,postid-4800,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1200,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.1.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Quanto costa pubblicare un libro su Amazon

Quanto costa pubblicare un libro su Amazon

Home > Quanto costa pubblicare un libro su Amazon

In uno degli ultimi video che ho realizzato, spiego nel dettaglio quali sono  le commissioni d’autore che ogni libreria online garantisce agli autori e come ottimizzare i guadagni nel Self Publishing.

Il video è stato molto apprezzato, soprattutto perché attraverso schemi chiari spiega esattamente quanto ci si può aspettare di guadagnare quando si mette in vendita il proprio libro online, sia che si tratti di un ebook, sia che si tratti di un libro in formato cartaceo.

Molti autori, però, mi hanno chiesto quanto costa pubblicare un libro in Self Publishing e in particolare quali sono i costi previsti da Amazon per chi vuole autopubblicare i propri testi.

Ecco dunque che cerco di dare risposta a queste domande con questo nuovo video.

Quanto costa pubblicare un libro su Amazon

Cominciamo col dire che fare Self Publishing in generale non è gratis. Ci sono sicuramente delle spese da considerare, come l’editing, la correzione di bozze, la grafica di copertina, l’impaginazione, la conversione in formato ebook e l’ISBN.

Ne ho parlato nel dettagli nel video dedicato: I costi del Self Publishing

Se però parliamo solo di pubblicazione vera e propria, se cioè tu hai già tutto pronto e devi mettere in vendita il tuo libro, allora l’operazione di pubblicazione è sempre gratis, in qualsiasi piattaforma/libreria tu voglia mettere in vendita il tuo libro.

La pubblicazione è gratis per il semplice motivo che poi la libreria/piattaforma tratterrà una percentuale dalla tue vendite per ripagarsi del servizio che ti offre.

Ed ecco quindi che entriamo nel vivo della questione: pubblicare su Amazon è apparentemente GRATIS, ma in realtà prevede dei costi, sotto forma di percentuali che Amazon stessa si trattiene sul venduto.

Poi, naturalmente, ci sono le tasse, prima di tutto l’IVA.

Ebbene, per capire quali sono le percentuali che Amazon si trattiene, come vengono calcolate e a chi spetta pagare l’IVA sui tuoi libri, guarda questo VIDEO CORSO GRATUITO I costi nascosti di Amazon disponibile su Libroza.Academy:

Vai al VIDEO CORSO GRATIS “I costi nascosti di Amazon”>>>

Non hai ancora un account su Libroza.Academy?

Cosa aspetti? Registrati subito!

La registrazione è GRATIS e immediata e ti permette di avere subito accesso a tutti i corsi GRATUITI disponibili nel nostro catalogo, tra i quali anche questo: I costi nascosti di Amazon!

Per approfondire

17 Comments
  • Chiara Mastropierro
    Posted at 11:45h, 14 Settembre Rispondi

    Ho trovato questo articolo davvero molto interessante. Una cosa però vorrei chiederla. Ho pubblicato in self, con codice isbn, su Youcanprint, potrei pubblicare anche su Amazon? Lo chiedo perchè da qualche parte mi sembra di aver letto che Amazon chiede l’esclusiva.
    Grazie

    Chiara

    • Carmen Laterza
      Posted at 19:01h, 16 Settembre Rispondi

      Ciao Chiara,
      si può scegliere se pubblicare in esclusiva su Amazon oppure no. Io consiglio di non dare l’esclusiva e pubblicare ovunque sia possibile.
      Se tu hai già pubblicato il tuo libro non puoi più scegliere, nel senso che per dare l’esclusiva ad Amazon dovresti prima togliere il libro dalla vendita nelle altre librerie, cosa che, appunto, io non ti consiglio.
      Quindi, per rispondere alla tua domanda, puoi tranquillamente aggiungere la pubblicazione su Amazon a quella che hai già fatto.
      Tuttavia credo che tu su Amazon ci sia già, perché pubblicare CON Youcanprint (così come CON Streetlib o con altri intermediari per il self publishing) significa distribuire il proprio libro nelle principali librerie online, Amazon in primis. Controlla e fammi sapere! 😉

      • Chiara Mastropierro
        Posted at 00:11h, 17 Settembre Rispondi

        Si Carmen sono presente su Amazon e su tutti gli altri stoore.
        Grazie per la risposta, con i tuoi scritti sei sempre di grande aiuto.

  • Alberto Gero Veronese
    Posted at 07:29h, 10 Novembre Rispondi

    Ciao Carmen, complimenti, articolo davvero molto utile. Volevo chiederti..in caso di autopubblicazione di libri cartacei con stampa a collori, ad esempio libri illustrati, come si calcolano le spese di stampa? Cambia qualcosa dai classici libri di solo testo in B/W?
    Grazie

    Alberto

    • Carmen Laterza
      Posted at 15:13h, 11 Novembre Rispondi

      Ciao Alberto,
      la stampa di un libro illustrato costa di più di quella di un libro testuale SOLO se scegli di stamparlo a colori.
      Molto probabilmente se tu crei un libro con immagini (e/o grafici) è perché vuoi farle vedere a colori, ma bisogna distinguere tra le due cose: inserire delle immagini in un testo è una cosa, decidere come stampare quel testo è un’altra cosa.
      Ipoteticamente tu potresti stampare solo in NERO anche un libro con immagini (magari perché ce ne sono poche, perché non sono importanti, perché non vuoi spendere di più, ecc.), mentre al contrario un altro autore potrebbe decidere di stampare A COLORI un libro che di immagini non ne ha nemmeno una, ma che lui, per motivi suoi, vuole stampare con il testo tutto blu o rosso o verde, ecc.

      Chiarito dunque questo punto, per le tipografie ciò che conta quindi è COME tu scegli di stampare, non tanto COSA c’è dentro il tuo libro.
      Per AMAZON, per restare nel campo di questo articolo, la stampa di un libro A COLORI ha i seguenti costi:
      – per libri da 24 a 40 pagine: 2,40 euro a libro (costo fisso e unico);
      – per libri da 42 a 500 pagine: 0,60 euro a libro (costo fisso) + 0,06 euro per ogni pagina (costo variabile).
      Amazon non stampa libri con meno di 24 pagine, per motivi di rilegatura (non si riesce a fare la brossura fresata), né libri con più di 500 pagine.
      Trovi comunque tutto spiegato qui:
      https://kdp.amazon.com/it_IT/help/topic/G201834340

      Quando pubblichi il tuo libro cartaceo su Amazon KDP, carichi i tuoi file pdf online, scegli le opzioni di stampa, Amazon ti calcola in automatico il tuo costo di stampa e ti dice quindi qual è il prezzo minimo al quale puoi mettere in vendita quel libro (poiché il prezzo di vendita deve necessariamente coprire i costi di stampa).
      Le royalty poi sono le stesse.

      Tutto questo però vale per libri illustrati stampati però su carta normale. Se vuoi stampare un libro illustrato su carta fotografica i costi sono molto maggiori, ma con Amazon non lo puoi fare.
      Spero di esserti stata utile!

  • giuseppe costa
    Posted at 14:18h, 14 Dicembre Rispondi

    Ciao Carmen, chiedo una cosa forse banale: Quando pubblico su Amazon, posso ordinare copie per me al solo prezzo di stampa? Indifferentemente al prezzo di copertina? Grazie
    Giuseppe

    • Carmen Laterza
      Posted at 13:14h, 20 Dicembre Rispondi

      Per pubblicare il tuo libro in formato cartaceo su Amazon hai due possibilità: usare la piattaforma CreateSpace (che richiede registrazione separata ed è solo in inglese) oppure fare tutto dal pannello di controllo di Kindle Direct Publishing (KDP). Trovi le differenze tra le due opzioni in questo articolo:
      http://libroza.com/pubblicare-un-libro-cartaceo-su-amazon-kdp/

      Per quanto riguarda la possibilità di ordinare copie personali, su KDP per il momento non è ancora possbile, su CreateSpace no, ma io non te lo consiglio in ogni caso e qui ti spiego il perché:
      http://libroza.com/print-on-sale-e-print-on-demand/

  • Simone
    Posted at 23:01h, 04 Febbraio Rispondi

    Buonasera Carmen, sto per completare un manuale che vorrei pubblicare con amazon kdp in formato cartaceo.
    Lavorando io per una azienda dello stesso settore dell’argomento del manuale, a livello di fisco come mi devo muovere?

    Grazie

    Saluti

    • Carmen Laterza
      Posted at 03:05h, 17 Febbraio Rispondi

      Ciao Simone,
      non sono un’esperta in materia fiscale. Qui su Libroza ho solo cercato di dare qualche indicazione generica sul calcolo dell’IVA per chi fa Self Publishing. Per qualsiasi dubbio fiscale e contabile ti consiglio di rivolgerti a un commercialista professionista.

  • PETTINATO ANTONINO
    Posted at 10:18h, 05 Ottobre Rispondi

    Cara Carmen,
    anzitutto ti ringrazio per quanto mi hai insegnato e continui a farlo. Ho scritto delle poesie -circa 100 – che ho raggruppato in due volumi. L’ho impaginate ,muniti di copertina e di ISBN. Vorrei pubblicarle attraverso Amazon nei due formati che Tu suggerisci. Sono convinto di aver fatto un buon lavoro, sia nella fattura del libro, sia nel contenuto, per cui tutti mi consigliano di andare avanti. Orbene, “Novellino” anche se vecchio -classe 1932 -vorrei sottoporlo ad un tuo autorevole giudizio. Se necessario usufruire di qualcuno dei servizi di tua competenza. Io non so come inviartene una copia cartacea, visto che tramite internet mi riesce difficoltoso,
    anche per la particolare composizione del contenuto, che alterna la scrittura a disegni grafici., infatti più che
    pagine , io le ritengo opuscoli messi insieme.Come posso fare a farti pervenire una copia o ad incontrarti
    personalmente ? Ti ringrazio, mi scuso per la lungaggine,ma attento fiducioso un tuo riscontro. Grazie di cuore
    ” I SOGNI SI POSSONO AVVERARE “

    • Carmen Laterza
      Posted at 16:07h, 04 Novembre Rispondi

      Ciao Antonino, grazie per avermi scritto.
      Quello che posso fare per te è analizzare i tuoi testi attraverso una sessione di Coaching Editoriale.
      A questa pagina trovi i dettagli del servizio, i costi, e il modulo per richiederlo:
      http://libroza.com/coaching

  • C. Giulia Acci
    Posted at 16:39h, 21 Ottobre Rispondi

    Ciao Carmen, dubbio atroce: se io pubblico un ebook con Kobo Writing Life o Amazon, mi rilasciano una volta all’anno la Certificazione Unica con cui si dimostra che io sono in regola con i pagamenti di ritenuta d’acconto ecc. che mi hanno trattenuto alla fonte? Mi seccherebbe dovermi cercare un commercialista soltanto per autopubblicarmi ricavandone poche centinaia di euro!
    Grazie davvero per le info utilissime del tuo blog!

    • Carmen
      Posted at 15:29h, 04 Novembre Rispondi

      Ciao Giulia,
      la ricevuta che ti mandano i vari store una volta l’anno indica i tuoi proventi come autore (royalty da diritto d’autore). Dovresti allegare questa ricevuta alla tua dichiarazione dei redditi, perché, appunto, si tratta di una (seppur piccola) fonte di reddito.
      Un commercialista o un CAF possono guidarti. Io non sono una esperta di fisco e tasse e questo non è dunque il mio campo!

  • simone manca
    Posted at 17:06h, 05 Febbraio Rispondi

    Salve, complimenti innanzitutto per ciò che fai, non è facile trovare persone che ti aiutino anche solo a capire le basi di quello che può essere un nuovo percorso di crescita. Detto questo, ho delle domande/quesiti/dubbi.
    – 1°: ho letto da altre parti che se uno non lavora da più di 3 anni e non ha mai avuto partita iva, nel momento in cui volesse pubblicare il suo primo ebook ma privo di codice ISBN e quindi a tutti gli effetti semplicemente come un file digitale, questo risulterebbe come lavoro occasionale e quindi non tassabile. Ad esempio esistono dei portali di crowdfunding che una volta trattenute le commissioni del sito che ti offre il servizio (intorno al 5%), e quelle della carta di credito sulla quale ti verranno versati i soldi (intorno al 3%), lo stato non ha diritti sul discorso tassazioni se si tratta solo di ebook in formato file digitale e quindi nemmeno se si dovessero superare i 5 mila euro annui. Di certo Amazon è nettamente più conosciuto e utilizzato da tutti come portale e forse è per questo che può vantare dei diritti maggiori.
    – 2°: ho notato che gli scrittori indipendenti che usano il canale di Amazon per far conoscere i loro libri fanno fatica a vendere oltre le poche centinaia di copie, rispetto ad altri posti come germania, francia e inghilterra dove se ne vendono sull’ordine delle migliaia, fino ad arrivare all’america dove si hanno decisamente più possibilità, quindi sarebbe più sensato farsi tradurre il proprio romanzo e venderlo in lingua inglese che in italiano, ma poi ho letto anche che Amazon in Italia ha degli ostacoli a livello proprio di diffusione/pubblicità, quindi sarebbe possibile dall’Italia registrare il proprio ebook sulla piattaforma americana?
    – 3°: a causa di un grave incidente, sono anni che non trovo più lavoro e in questi ultimi 3 ho scritto un romanzo di 400 mila parole, iniziato come puro sfogo personale, filosofico con sfumature di fantascienza, cosa mi consigli?

    Grazie in anticipo

    • Carmen Laterza
      Posted at 00:40h, 13 Febbraio Rispondi

      Ciao Simone,
      1- non sono una commercialista o consulente fiscale, quindi non posso darti consigli in merito
      2- è vero che il mercato in lingua inglese è molto più ampio, ma al crescere dei lettori cresce anche la concorrenza. Vendere non è facile da nessuna parte. Quando pubblichi il tuo libro su Amazon (non importa se .it o .com o .co.uk, ecc) è automaticamente presente – e quindi acquistabile – su tutte le piattaforme. L’unico problema è che non si vedono le recensioni lasciate su altre piattaforme. Ne ho parlato qui:
      http://libroza.com/perche-amazon-cancella-le-recensioni-dei-tuoi-libri/
      3- se sono 400mila caratteri fai fare una seria valutazione, perché per mia esperienza i libri che nascono come sfogo personale poi sono troppo autoreferenziali e non hanno una struttura narrativa solida (= non sono interessanti per il lettore finale = non vendono). Il mio servizio di Coaching Editoriale serve proprio a questo. Lo trovi qui:
      http://libroza.com/coaching/
      Se invece sono 400mila parole, allora non è un romanzo, è un’enciclopedia. Butta tutto e ricomincia.

  • Claudio Cirinei
    Posted at 21:30h, 11 Febbraio Rispondi

    Salve volevo chiedere se posso pubblicare un estratto della mia tesi di dottorato, mai messa in vendita ma stampata dall”università’ e disponibile gratuitamente nelle principali biblioteche italiane ( ai primi posti per rilevanza secondo il sbn riguardo la parola chiave ateismo italiano). Mai commercializzata. Volevo anche chiedere se devo aprire la partita iva

  • Riccardo Tarasso
    Posted at 18:40h, 10 Aprile Rispondi

    Ciao, grazie grazie delle tue preziose informazioni. Una domanda per la stampa in cartaceo di Amazon: ho visto che molti libri vengono venduti anche con Prime e quindi arrivano al cliente finale il giorno dopo, allora la domanda è: quando Amazon stampa i libri?. cioè Amazon stampa alcune copie prima della vendita? oppure stampa al momente della richiesta d’acquisto del cliente?
    Grazie molte. Riccardo

Post A Comment