Le cartelle editoriali: cosa sono e come calcolarle - Libroza
4967
post-template-default,single,single-post,postid-4967,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1200,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.1.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Le cartelle editoriali: cosa sono e come calcolarle

cartelle editoriali: cosa sono e come calcolarle

Home > Le cartelle editoriali: cosa sono e come calcolarle

Certamente ti sei imbattuto anche tu nelle fantomatiche “cartelle editoriali”!

Magari hai chiesto un preventivo per un servizio di editing, oppure una valutazione del tuo manoscritto e ti hanno domandato: «Di quante cartelle è il suo testo?»

Allora, ligio e coscienzioso, hai aperto il tuo file di Word, hai guardato di quante pagine era costituito e hai dato la tua risposta.

Peccato che poi il tuo interlocutore, una volta ricevuto davvero il tuo testo in visione, ti abbia fatto un preventivo basato su un numero completamente diverso e tu non hai capito perché.

Ecco, il perché è presto detto: una cartella editoriale NON è una pagina.

Né una pagina di Word, né una pagina del tuo libro stampato, né un foglio della tua stampante.

Una cartella editoriale è proprio un’altra cosa.

Per capire esattamente:

    • che cosa sono le cartelle editoriali,
    • perché si usano le cartelle editoriali,
    • e, soprattutto, come si calcolano le cartelle editoriali

ti basta guardare questo Video Corso, nel quale troverai risposta a tutti i tuoi dubbi, con esempi pratici.

Guarda il Video Corso GRATUITO su Libroza.Academy >>>

Non hai ancora un account su Libroza.Academy?

Cosa aspetti? Registrati subito!

La registrazione è GRATIS e immediata e ti permette di avere subito accesso a tutti i corsi GRATUITI disponibili nel nostro catalogo, tra i quali anche questo: Come calcolare le cartelle editoriali!

Per approfondire

2 Comments
  • Onofrio Tantillo
    Posted at 08:09h, 12 Ottobre Rispondi

    Ciao Carmen,
    Intanto grazie per i consigli e i video tutorial che ci regali, sempre molto chiari, precisi e soprattutto utili per chi come me intende approcciarsi alla scrittura: mi sono stati di grande aiuto.
    in particolare per quanto riguarda il video tutorial sulle cartelle editoriali, vorrei chiederti qualche indicazione in merito alle righe che vanno lasciate tra il titolo di ogni capitolo e l’inizio del testo.
    grazie e a presto

    • Carmen Laterza
      Posted at 00:28h, 13 Ottobre Rispondi

      Ciao Onofrio, grazie a te per essere passato di qui!
      Il segno di “a capo” NON conta come carattere, quindi se lasci una o più righe vuote tra il titolo di ogni capitolo e il testo, non avrai caratteri in più sul totale del tuo testo. Attento però che si tratti davvero righe vuote, cioè che ci sia solo il segno di paragrafo, che è quello che segna l’andare a capo. Molte persone, infatti, senza accorgersene riempiono le righe vuote di spazi bianchi, oppure usano gli spazi anche per fare i rientri del margine sinistro di ogni capoverso, invece di usare le funzioni specifiche per i rientri.
      Gli spazi bianchi (quelli che ottieni con la barra spaziatrice, per intenderci) sono conteggiati nel computo delle cartelle, perché, come ho spiegato le cartelle si calcolano proprio contando i caratteri del testo SPAZI INCLUSI.
      Quindi: i segni di paragrafo NON fanno aumentare il numero di caratteri totali del tuo testo, gli spazi bianchi sì.
      Usa la funzione Mostra/Nascondi di Word per controllare se ci sono spazi bianchi lasciati qua e là senza motivo e cancellali!

Post A Comment