Elementi e caratteristiche della quarta di copertina - Libroza
2599
post-template-default,single,single-post,postid-2599,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1200,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Elementi e caratteristiche della quarta di copertina

elementi e caratteristiche della quarta di copertina

Home > Elementi e caratteristiche della quarta di copertina

La quarta di copertina è la facciata posteriore della copertina stessa, cioè il retro del libro.

A differenza di tanti altri luoghi “posteriori”, la quarta di copertina è una parte molto importante del libro perché contiene informazioni utili per il lettore.

Ascolta questo episodio in Podcast su iTunesSpreaker

Sulla quarta di copertina, infatti, vengono generalmente inserite una descrizione del contenuto del libro e una breve nota biografica dell’autore.

Se anche tu stai per pubblicare il tuo libro, presta dunque molta attenzione alla quarta di copertina e non lasciarla al caso perché essa è a tutti gli effetti il primo testo che un lettore leggerà del tuo libro.

Cosa inserire nella quarta di copertina

Solitamente nella quarta di copertina si inseriscono questi elementi:

– il codice ISBN e il prezzo del libro

Solitamente in basso a destra sulla quarta di copertina trovano spazio il codice a barre che identifica il numero ISBN del libro e il suo prezzo di vendita.

– una breve nota biografica dell’autore

La nota biografica non è obbligatoria, ma scrivere due righe su di te è utile per far capire ai lettori chi sei e cosa fai. Se puoi, inserisci anche qualche informazione sulla tua vita personale (dove vivi, se hai figli, che lavoro fai) perché ai lettori piace sapere qualcosa in più su di te come persona e non solo come autore.

Inoltre, a meno che il tuo libro non sia un manuale e tu voglia dimostrare le tue competenze, non fare un elenco arido dei tuoi titoli accademici: non interessano a nessuno e, anzi, potrebbero farti sembrare spocchioso. Spiega piuttosto di cosa ti occupi senza usare tecnicismi.

Accanto alla nota biografica, se ti fa piacere, puoi inserire una tua foto. Vedere il tuo volto aiuta i lettori a fidarsi di te: scegli dunque una foto di te sorridente e sereno. Non scegliere foto particolarmente buffe, perché la comicità e l’ironia sono categorie molto soggettive e contestualizzate. Tu stesso col tempo potresti non trovare più quella foto così divertente e in ogni caso una foto che a te fa ridere, a me potrebbe sembrare ridicola… e non è la stessa cosa! 😉

– (eventualmente) qualche breve recensione

Con termine inglese, le brevi recensioni a mo’ di slogan che a volte leggi sul retro dei libri si chiamano blurb.

In genere sono frasi di grande effetto, che esaltano il libro e il suo autore, ma, ovviamente, hanno valore solo se provengono da una fonte autorevole. Se il tuo libro viene definito “il caso editoriale dell’anno” da un giornale a tiratura nazionale, questa affermazione ha un peso e vale la pena di essere inserita in quarta di copertina; se invece la stessa affermazione proviene dalla tua amica che ha un blog letterario, con tutto il rispetto per la tua amica e la sua capacità critica, capisci bene che la frase ha un peso ben diverso e inserirla in quarta di copertina come blurb sarebbe quanto meno ingenuo.

– …e soprattutto la descrizione del libro!

Il testo di presentazione del libro presente sulla quarta di copertina viene anch’esso chiamato “quarta di copertina” e ha lo scopo di attrarre il lettore e convincerlo a comprare il libro.

Si tratta quindi di un testo molto importante che va redatto con cura.

Quali sono le caratteristiche del testo di quarta di copertina

Per scrivere una quarta di copertina efficace bisogna capire quali sono le caratteristiche fondamentali del testo di quarta.

1) La quarta di copertina non è una sinossi

Purtroppo spesso il termine sinossi viene usato per indicare il testo di quarta di copertina così si crea confusione tra i due termini che vengono impropriamente usati come fossero sinonimi.

Invece quarta e sinossi sono due cose molto diverse: la sinossi è un riassunto del libro, spesso comprensivo di finale, mentre la quarta di copertina non racconta tutta la trama del libro e tanto meno ne svela l’epilogo.

Prepara una sinossi del tuo libro se intendi proporlo ad agenti letterari o a case editrici, perché te la chiederanno, ma per la tua quarta di copertina hai bisogno di un testo ben diverso.

2) La quarta di copertina è un testo persuasivo

Per scrivere una quarta di copertina efficace bisogna seguire un’unica regola:

la quarta di copertina deve convincere, non raccontare.

La quarta di copertina deve convincere, non raccontare.

Il testo di quarta non ha lo scopo di raccontare i contenuti del libro, bensì quello di attrarre l’attenzione del lettore, incuriosirlo e invogliarlo all’acquisto.

Si tratta quindi di un testo persuasivo, non un testo narrativo.

Certo, nella quarta di copertina dovrai inserire alcuni elementi narrativi per raccontare qualcosa sul libro, sul protagonista o sul luogo dove si svolge la vicenda, ma racconterai solo ciò che ti serve per raggiungere il tuo scopo che rimane quello di convincere il lettore che il libro che ha davanti è il libro che fa per lui.

È capitato sicuramente molte volte anche a te di decidere di comprare un libro proprio dopo averne letto la quarta di copertina.

Entri in libreria, fai un giro tra gli scaffali, osservi le copertine, ti lasci attrarre da una o dall’altra, poi allunghi una mano, prendi un libro e istintivamente lo giri proprio per leggerne la quarta.

Funziona così per tutti: partiamo da una prima visione d’insieme delle copertine, poi ci lasciamo attrarre da una copertina che ci comunica qualcosa a livello emotivo e, se siamo in una libreria fisica, prendiamo quel libro e istintivamente lo giriamo per vedere se la quarta di copertina ci conferma l’emozione, l’intuito iniziale che ci ha portato a prendere in mano quel libro e ci dà la spinta definitiva per andare in cassa e comprarlo.

3) La quarta di copertina serve anche per gli ebook

Se siamo in una libreria online non possiamo prendere i libri in mano, toccarli e girarli, tuttavia, quando entriamo nella pagina di vendita di un libro troviamo un testo di descrizione che corrisponde proprio al testo di quarta di copertina.

Se tu stai pensando di pubblicare il tuo libro solo in formato ebook e pensi di non avere bisogno di preparare una copertina completa fronte/retro, sappi che non è così perché il testo di quarta è necessario anche per i libri in formato digitale.

Io consiglio sempre di prevedere fin da subito anche la realizzazione di un libro in formato cartaceo, ma in ogni caso se tu hai previsto per il tuo libro solo la pubblicazione in formato ebook hai comunque bisogno di stendere un testo di quarta di copertina perché dovrai inserirlo come testo di presentazione del libro stesso in tutte le librerie online in cui lo pubblicherai.

4) La quarta di copertina è sempre la prima cosa che un lettore legge del tuo libro

Che si tratti di un libro cartaceo o digitale, di una libreria online o reale, il testo di quarta di copertina è sempre la prima cosa che un lettore legge del tuo libro.

Prima di acquistare un libro di narrativa spesso si legge l’incipit o l’estratto iniziale, se si tratta di un manuale molto spesso si legge l’indice per capire quali sono gli argomenti trattati e in che ordine sono proposti, ma tutto questo avviene sempre dopo aver letto la quarta di copertina, che rimane il primo testo che un lettore legge di un libro, il biglietto da visita del libro stesso.

In una libreria online, infatti, il testo di quarta è il primo testo che troviamo nella pagina dedicata al libro come sua descrizione; nelle librerie fisiche, invece, a tutti viene spontaneo girare un libro e leggerne il retro.

Per questo la stesura del testo di quarta è un passaggio delicato e importante. Infatti, se la copertina, sul fronte, fa il suo dovere e attrae il lettore, la quarta, sul retro, deve fare il resto, ovvero convincerlo a comprare.

Ecco quindi che il fronte e il retro della copertina, la prima facciata con l’immagine iniziale e la quarta facciata con il testo di presentazione, lavorano in sinergia. La copertina, intesa come immagine iniziale, deve colpire il lettore in pochissimi secondi: in una videata in cui compaiono tante altre immagini deve attrarlo e incuriosirlo. Poi, se la copertina ha funzionato, il lettore clicca ed entra nella pagina di vendita del tuo libro, oppure lo prende fisicamente in mano e lo gira.

Ed è lì che si gioca il tutto: è in quel momento, di fronte a quelle righe di testo e proprio per ciò che contengono, che il lettore decide se comprare il tuo libro oppure  no.

Scrivere il testo di quarta di copertina è quindi un passaggio delicato e importante, uno di quegli strumenti di promozione editoriale che si mettono in campo prima ancora di mettere in vendita un libro.

Io ti consiglio di affidare la stesura del testo di quarta a un professionista esterno. Non è detto, infatti, che chi scrive romanzi o manuali sappia anche fare copywriting, ovvero scrivere testi persuasivi, per i quali è necessaria una competenza precisa che si acquisisce e si perfeziona con l’esperienza.

Inoltre un autore non sempre riesce a essere obiettivo con il proprio libro, non riesce a porsi alla giusta distanza dal testo per osservarlo in un’ottica commerciale e riconoscere quali sono davvero i suoi punti forti e le leve da toccare per incuriosire il lettore.

Comunque, se vuoi scrivere da solo la quarta di copertina per il tuo libro, stendine tre o quattro versioni diverse e poi falle leggere a qualcuno che non abbia già letto il tuo libro, per capire quale testo funziona meglio.

Dedica tempo e cura alla quarta di copertina del tuo libro perché, come ho detto, è la prima parte che ogni lettore leggerà del tuo libro.

Fai in modo che non sia anche l’unica!

La quarta di copertina è la prima cosa che il lettore legge del tuo libro.
Fai in modo che non sia anche l'unica!

Ora che ho finito, ti chiedo un piccolo favore.
Se questo articolo ti è piaciuto, che ne dici di condividerlo?

Con un semplice click dimostrerai di apprezzare il mio lavoro e mi farai felice! 🙂

Se invece hai qualche domanda o vuoi esprimere il tuo punto di vista, scrivimi nei commenti qui sotto. Non vedo l'ora di leggerti!

Risorse Utili