Sviluppo dell'editoria digitale - Intervista ad Antonio Tombolini - Libroza
4620
post-template-default,single,single-post,postid-4620,single-format-video,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1200,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Home > Potenzialità e sviluppo dell’editoria digitale – Intervista ad Antonio Tombolini 

Per l’ultimo episodio del Podcast Self Publishing Italia ho intervistato Antonio Tombolini, fondatore e CEO di StreetLib e fondatore della casa editrice Antonio Tombolini Editore.

Ascolta l’intervista completa in Podcast su iTunesSpreaker

Leggendo il racconto della sua vita, pubblicato sul suo blog, scopriamo che Antonio Tombolini ha cambiato spesso lavoro, sperimentando con intraprendenza nuovi ruoli e nuovi settori, fino ad arrivare nel 2006 a fondare la Simplicissimus Book Farm, un’azienda nata inizialmente per lanciare i dispositivi di lettura dotati di tecnologia E-ink, cioè inchiostro elettronico. Nel corso degli anni, però, dall’attenzione verso i dispositivi, l’azienda ha poi via via spostato la propria attività sugli ebook, cioè sull’editoria digitale.

Nel racconto di questo passaggio Antonio Tombolini ci racconta quali difficoltà ha incontrato, soprattutto da parte dei grandi editori, che ancora oggi guardano all’editoria digitale con sospetto, se non addirittura con disprezzo, convinti forse che si tratti di una “sorella minore” di cui si deve sopportare la presenza.

Antonio Tombolini, invece, ci spiega quali sono i vantaggi dell’editoria digitale e di come gli strumenti che la tecnologia oggi offre a chi vuole pubblicare un libro rendano molto vicini i ruoli dell’editore, soprattutto se si tratta di un piccolo editore, e dell’autore indipendente, che in fondo diventa editore di se stesso.

La Simplicissimus Book Farm, che dal 2016 è diventata StreetLib e che ad oggi è la più importante piattaforma in Italia per l’autopubblicazione, offre dunque agli autori indipendenti tutti gli strumenti necessari per una capillare distribuzione dei propri testi, sia in formato elettronico che in formato cartaceo, senza però dover sostenere anticipatamente i costi di stampa e distribuzione che un tempo rendevano impossibile per un singolo autore proporsi autonomamente sul mercato e che ancora oggi schiacciano molte case editrici.

Forte dunque della propria esperienza come amministratore delegato di StreetLib e spinto dalla propria passione per la letteratura, dal 2014 Antonio Tombolini ha fondato la Antonio Tombolini Editore, una casa editrice orientata proprio alla predilezione per il digitale e che utilizza essa stessa i servizi offerti dalla piattaforma di StreetLib.

Antonio Tombolini dà consigli pratici a chi voglia pubblicare e promuovere i propri libri e offre spunti di riflessione interessanti sul mondo dell’editoria, ma ora non voglio dirti di più. Per scoprire cos’altro mi ha raccontato Antonio, ascolta l’intervista integrale.

Guarda il video dell’intervista >>>

Come vedrai, l’intervista è piuttosto lunga e ricca di informazioni. Se ti piace, regalami un like: a te non costa nulla, ma per me è fonte di grande soddisfazione e mi ripaga di tutto il lavoro!

Risorse Utili