Le 10 regole della promozione editoriale sui Social - Libroza
4125
post-template-default,single,single-post,postid-4125,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1200,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Le 10 regole della promozione editoriale sui Social

regole promozione editoriale sui social

Home > Le 10 regole della promozione editoriale sui Social 

I canali Social sono uno strumento di comunicazione molto potente e moderno e per questo dovrebbero sempre essere inseriti in una strategia di promozione editoriale più ampia.

Tuttavia i Social Media sono uno strumento di comunicazione molto diverso dalla televisione o dalla radio, perché si basano sul concetto di socialità e sulla condivisione di informazioni.

Ascolta questo episodio in Podcast su iTunesSpreaker

Per questo, per sfruttare i canali Social e trarne degli effettivi vantaggi, bisogna inserirsi al loro interno secondo un approccio specifico, molto diverso da altri canali di marketing.

Dobbiamo quindi capire come funzionano i Social Media e imparare quali sono le regole per utilizzarli al meglio per promuovere un libro.

Cosa significa fare promozione editoriale sui Social

Nei Social Media puoi trovare persone che condividono le tue stesse passioni, entrare in contatto con loro, conoscerle e farti conoscere come autore, ma sempre in modo gentile ed educato.

Fare promozione editoriale sui Social NON significa vendere in modo diretto, né fare pubblicità aggressiva e insistente.

Fare promozione editoriale sui Social significa essere presente nei luoghi di aggregazione dei tuoi potenziali lettori, sfruttare la visibilità e le connessioni che i Social Media possono offrire per promuovere te stesso e i tuoi libri.

Fare promozione editoriale sui Social significa essere presente nei luoghi di aggregazione dei tuoi potenziali lettori.

>>> Per approfondire leggi Il vero obiettivo della promozione editoriale sui Social

Chiunque voglia vendere un prodotto,  infatti, deve andare dove si trovano i suoi potenziali clienti. Questa è la regola base di ogni tipo di marketing, per ogni tipo di prodotto.

Per te che sei un autore il tuo libro è il tuo prodotto e i lettori sono i tuoi clienti, quindi devi andare là dove si incontrano e si aggregano i lettori.

Qual è lo scopo della promozione editoriale sui Social

Oggi le persone si aggregano sui Social Media, ma lo fanno principalmente per divertirsi, per condividere, per cercare informazioni.

Se dunque vuoi entrare in contatto con i tuoi potenziali lettori attraverso i canali Social, ricordati che le persone li frequentano prima di tutto per condividere, non per comprare.

Lo scopo della promozione editoriale sui Social è quindi quello di entrare in comunicazione con i potenziali lettori per creare una relazione, prima ancora di vendere il libro.

È per questo che insisto molto nel sottolineare il fatto che  il Social Media Marketing è uno strumento molto diverso dagli altri strumenti di promozione: si usa il termine Marketing, ma in realtà non si tratta di una vendita diretta.

Si tratta invece di conoscere e farti conoscere da nuove persone, condividere i tuoi interessi e intorno a questi radunare persone a te affini, inserirti in gruppi di interessi già costituiti, farti apprezzare e intrecciare relazioni.

Alla fine la vendita c’è, ma passa attraverso comportamenti sociali.

Nella promozione editoriale sui Social il Marketing c’è, ma passa attraverso relazioni sociali.

Solo se tu ti approcci ai Social Network con questo spirito potrai avere soddisfazione anche nella promozione editoriale dei tuoi libri. Se invece tu pensi di  entrare nei canali social solo per dire che hai scritto un libro e pretendere che tutti lo comprino, non lo fare.

Rimarresti deluso.

>>> Per approfondire leggi 5 Errori da evitare nel Social Media Marketing

Le 10 Regole della promozione editoriale sui Social

Qual è dunque il modo migliore per entrare in contatto con i tuoi potenziali lettori e promuovere i tuoi libri sui Social? Vediamo le 10 Regole principali, valide per qualsiasi canale Social che tu voglia affrontare

Regola #1 – Non Spammare

Spammare significa fare una pubblicità aggressiva e invadente verso chi non l’ha richiesta.
Innanzitutto mandare messaggi promozionali non richiesti va contro il Codice della Privacy, quindi non si fa. Punto.

Inoltre, se già questo non bastasse, spammare è inutile e dannoso: chi non ti conosce non compra il tuo libro solo perché tu insisti. Se un lettore compra il tuo libro è perché ne ha sentito parlare bene, ha letto recensioni positive, o ti ha conosciuto per quello che dici e quello che fai e si è incuriosito nei tuoi confronti.

Quindi se il tuo scopo è vendere più copie, non è facendo spam che lo raggiungi!

Anzi, mandare alle persone messaggi insistenti e invadenti non solo è inutile perché non ti fa raggiungere il tuo scopo, ma è perfino dannoso perché se alla fine gli utenti si ricorderanno di te sarà soltanto perché abbineranno il tuo nome o il titolo del tuo libro a una sensazione di fastidio.

Regola #2 – Mettici la faccia

Come abbiamo già detto fare Social Media Marketing significa fare un’operazione e sociale e questo significa che ci devi mettere la faccia.

Se sul tuo profilo hai una fotografia di un gatto o un avatar cambia e metti una tua foto; anche una foto informale va benissimo, ma ci devi essere tu perché la gente deve cominciare ad abbinare il tuo libro con il tuo nome e con il tuo volto.

Il lettore compra quando si incuriosisce della storia e della persona che c’è dietro il libro, allora fatti conoscere e ri-conoscere.

Regola #3 – Sii autentico

La promozione editoriale sui Social, come del resto tutta la promozione editoriale, è un percorso a lunga durata allora è inutile fingere di essere quello che non sei perché alla lunga la maschera cadrebbe oppure qualcuno potrebbe svelare che quello che stai raccontando di te in realtà è falso.

Ricordati che i lettori amano sapere che cosa e soprattutto chi c’è dietro libro. Non avere paura dunque di raccontare te stesso e di essere te stesso.

L’autenticità paga sempre.

Regola #4 – Sii socievole

Se sei un lupo solitario e non vuoi essere disturbato o non ti piace frequentare la gente allora forse il Social Media Marketing, dal momento che è Social, non è lo strumento adatto a te.

Di certo esistono altri strumenti di promozione editoriale oltre ai Social, ma, anche se si tratta di strumenti offline, in genere prevedono tutti una certa dose di interazione con i tuoi lettori.

Se dunque non ami stare a contatto con la gente, se non ami parlare di te e condividere i tuoi interessi, allora forse dovresti riflettere sulla scelta stessa di essere un autore. Perché essere un autore oggi significa inevitabilmente relazionarsi con il proprio pubblico, rispondere alle persone, essere presenti e disponibili.

Senza una minima attitudine alla socialità, cade il fondamento di base del Social Media Marketing.

Essere un autore oggi significa relazionarsi con il proprio pubblico.

Regola #5 – Condividi

Il modo migliore per utilizzare i canali Social come strumento di promozione editoriale è mettere a disposizione materiali e risorse con generosità, offrire divertimento e ispirazione.

Evita dunque di parlare sempre e solo del tuo libro. Se sui tuoi profili Social scrivi soltanto ciò che riguarda te e il tuo libro, promuovi sempre soltanto il tuo libro, ti assicuro che dopo pochi giorni le persone smetteranno di seguirti.

A costo di sembrarti brusca, voglio essere molto schietta su questo punto: a nessuno interessa che tu abbia scritto un libro perché là fuori è pieno di persone che hanno scritto un libro.

Alle persone interessa invece svagarsi, divertirsi, oppure reperire informazioni, ottenere risorse o trovare risposte.

Usa quindi i tuoi canali social per condividere materiali, diffondere informazioni, creare coinvolgimento. E non avere paura di dare perché più dai più riceverai.

Regola #6 – Sii generoso

Come corollario della regola precedente c’è quella di essere generoso. Non parlare sempre e solo di te e del tuo libro, anzi: parla più degli altri che di te.

Recensisci libri altrui, riporta articoli di blog altrui inerenti al tuo settore, intervista altri autori, cita esperienze di altri, ecc.

Molti autori hanno paura di parlare di altri scrittori o di altri libri perché pensano che in questo modo regalano visibilità gratuita agli altri senza ricavarne nulla. Non è così!

Tu non stai facendo pubblicità agli altri, tu stai dimostrando di essere una fonte di risorse e di ispirazione per chi ti legge.

Inoltre, come tu puoi parlare dei libri altrui o intervistare altri autori, tu a tua volta puoi essere intervistato da loro in uno scambio virtuoso di contenuti.

Non sentirti dunque in competizione con gli altri autori perché tutti condividiamo lo stesso scopo, raggiungere più lettori, e lavorando insieme possiamo ottenere risultati migliori.

Regola #7 – Fatti trovare

Dare tanto con generosità e dare visibilità agli altri autori non significa fare i timidi.

Fai in modo che in ogni tuo profilo Social ci sia il link al tuo blog e alla pagina di vendita del tuo libro. Chi ti vuole trovare deve poterlo fare con facilità.

In questo modo tu non assilli le persone con la pubblicità invadente del tuo libro, ma consenti a chi si è incuriosito di scoprire qualcosa in più su di te, sul tuo mondo e di comprare il tuo libro con pochi click.

Lo scopo è proprio questo: dare per attrarre.

Lo scopo della promozione editoriale sui Social è questo: dare per attrarre.

Regola #8 – Sfrutta la multimedialità

Cerca di accompagnare sempre i tuoi contenuti testuali sui Social con immagini o video.

Le immagini e video rafforzano e amplificano i tuoi contenuti perché un contenuto visuale è molto più potente del contenuto testuale.

Pensa a quante informazioni ci scorrono sotto gli occhi quando entriamo in un Social network: sai benissimo che è molto difficile soffermarsi su un post se questo non si distingue in qualche modo dagli altri.

Così, per esempio, un post pubblicato su Facebook contenente solo testo ha un impatto molto inferiore rispetto allo stesso contenuto pubblicato con un’immagine a corredo oppure, ancora meglio, raccontato in un video.

Il contenuto visuale richiede un impegno minore da parte dell’utente perché le immagini parlano da sole. Sfrutta quindi le potenzialità della multimedialità, cioè pubblica contenuti ricchi e vari, senza limitarti solo a frasi o commenti scritti.

Regola #9 – Sii costante

Per farti notare e seguire dal tuo pubblico di riferimento devi essere presente e attivo sui tuoi profili social con ritmo costante e per lungo periodo.

Se pensi di aprire una Pagina Facebook e in due mesi avere migliaia di follower partendo da zero, scordatelo. A meno che tu non voglia comprare i tuoi follower e i like (cosa che peraltro ti sconsiglio perché non serve assolutamente a nulla), costruire un pubblico è un’operazione che richiede tempo e costanza.

Cerca quindi di inserire i tuoi contenuti con una frequenza regolare e con costanza nel lungo periodo. Inutile partire con due post al giorno per un mese e poi mollare tutto; meglio piuttosto pubblicare due post a settimana e farlo per un anno.

Come dico sempre la promozione editoriale è una maratona: creare il proprio pubblico è un lavoro lungo, ma tu lo sai fin dall’inizio quindi non hai scuse! 😉

Regola #10 – I Social sono uno specchio

I Social Media sono uno specchio perché riflettono e amplificano ciò che succede nella realtà. Ma questo significa che non può esistere Social Media Marketing se dietro al prodotto non c’è una persona nella sua interezza.

Questa è una cosa che nessuno ti dice, ma sulla quale devi riflettere: non accade nulla dentro i Social se non accade prima qualcosa fuori.

Il Social Media Marketing è uno specchio della realtà: non accade nulla dentro i Social se non accade prima qualcosa fuori.

Molti autori aprono una pagina Facebook, inseriscono ogni tanto il link al loro libro e poi si lamentano perché non succede nulla. Nessuno clicca, nessuno mette “mi piace”, nessuno commenta. Allora pensano che il Social Media Marketing non funzioni, che la promozione editoriale sui Social sia inutile.

Io non ho mai detto che sia facile, ma ti assicuro che funziona.

Però funziona solo se hai qualcosa da raccontare.

Usa i Social come uno specchio per mostrare quello che sei: mostra i tuoi interessi, cerca persone che li condividono e discuti con loro, apri conversazioni, stimola dibattiti e confronti.

E poi usa i Social come un megafono per rilanciare i successi del tuo libro: se il tuo libro riceve delle recensioni, parlane e ringrazia chi ha recensito il tuo libro; se partecipi a concorsi letterari, pubblicizza i riconoscimenti che ricevi; se fai delle presentazioni dal vivo, pubblica le foto dell’evento e tagga le persone che hanno partecipato.

Insomma, è chiaro che non avrai nulla da raccontare nei tuoi profili Social se già fuori dai Social tu non fai nulla o non hai voglia di metterti in gioco, di mostrare chi sei come persona e come autore.

Per fare promozione editoriale sui Social devi dunque avere davvero voglia di farti conoscere, di condividere i tuoi interessi, di parlare di te, di quello che c’è dietro il tuo libro, di ciò che ti ha ispirato; vedrai allora che stringerai relazioni con persone interessate ai tuoi stessi argomenti e alla fine aumenteranno anche le vendite del tuo libro.

 

Ora che ho finito, ti chiedo un piccolo favore.
Se questo articolo ti è piaciuto, che ne dici di condividerlo?

Con un semplice click dimostrerai di apprezzare il mio lavoro e mi farai felice! 🙂

Se invece hai qualche domanda o vuoi esprimere il tuo punto di vista, scrivimi nei commenti qui sotto. Non vedo l'ora di leggerti!

Risorse Utili